1997

Vittorio Malingri, in coppia con Pierre Sicouri, ha stabilito, sul suo trimarano oceanico di 18 metri “Spirit”, il nuovo record della regata: 54 ore e 16 minuti battendo di molto il precedente, che era di 73 ore e 41 minuti, appartenente sempre a Vittorio Malingri ma stabilito con un monoscafo.

 Quasi dieci nodi di media per il trimarano, sulle 535 miglia del percorso. “Non abbiamo mai ridotto la vela, neanche quando c’erano 30 nodi di vento, volevamo provare bene la barca e vedere i suoi limiti” ci raccontano i due navigatori.
Infatti vento forte e calme piatte hanno accompagnato tutti i concorrenti, consentendo loro di combattere, come ha fatto “Nafta Watch” di Stefano Rizzi e Pietro D’Ali’, contro “Fila” di Giovanni Soldini ed Andrea Tarlarini, che pur appartenendo ad una classe minore, gli ha tenuto testa, arrivando alla fine ad un solo minuto di distanza, dopo ben 535 miglia di regata.
Entrambi hanno comunque conquistato sia il Trofeo Nastro Azzurro, per il passaggio a Capri, che quello Telecom Italia per la boa di Lipari oltre alla vittoria finale di classe e il piazzamento al secondo e terzo posto, dietro naturalmente a “Spirit”, nella classifica assoluta della regata. In terza classe ha vinto invece “Indomabile Pensiero” di Carlo Siena e Marco De Vita, tra i quarta il solito “Red Red Wine” di Umberto Carrara e German Frers Jr, tra i quinta “Nafta Ecologica” di Mauro Fioretto e Luca Bressani, tra i sesta “Alta Pressione” di Daniele Seriacopi e Claudio Gallozzi e tra i minitransat “Seac Banche” di Andrea Scarpa ed Andrea Latini.
Il Trofeo Nastro Azzurro per il passaggio a Capri ed il Trofeo Telecom Italia per la boa di Lipari sono andati a “Spirit” per i multiscafi, a “Nafta Watch” per la classe 0 ed 1, a “Fila” per la classe 2, ad “Indomabile Pensiero” per la classe 3, a “Red Red Wine” per la quarta classe, a “Nafta Ecologica” per la quinta. In sesta classe il Trofeo Nastro Azzurro e’ andato parimerito ad “Alta Pressione”, che ha vinto anche quello Telecom Italia, e al “Dindondero” della coppia Vigliocco-Bralda, mentre nella classe minitransat il Nastro Azzurro e’ andato a “Seac Banche” ed il Telecom Italia a “Ho vinto qualche cosa” della coppia Gancia-Paolillo.

Tra i piccoli della Roma per 2 Natanti, ha avuto la meglio “Fiamma” di Filippo e Stefano Marini, seguito da “Uisp Vela Roma” di Corrado Tartarini ed Andrea Di Bari e da “Amadeus” di Marco Fortunati ed Ermete Della Gatta che e’ stato anche il primo della classe A Natanti, mentre nella classe B dietro a “Fiamma” ed “Uisp Vela Roma” si e’ classificato “Patito Feo” di Luca Vichi e Franco Salvatori.
Il Trofeo Scuole Vela della Natanti e’ andato ad “Uisp Vela Roma” mentre lo skipper piu’ giovane e’ stato Filippo Marini di “Fiamma”. Nella Roma per Tutti ha invece vinto “Babajaga” di Valerio Giuganino seguita da “Lady S” di Carlo Bochino e da “Bonaventura III” di Monica Pasciuti, classificati nell’ordine anche nel secondo gruppo, mentre nel primo gruppo si sono classificati “Snai Servizi” di Mario Avallone seguito da “Tany Kely” di Farassino e “Canicule” di Massimo Gargano secondi parimerito e da “Magic Blue” di Stefano Anania.
Per quel che riguarda la Roma per 2 nella classifica CHS si sono classificati: “Nafta Ecologica”, seguito da “Furana” e da “Machica”. I premi speciali sono andati: Scuola Vela per Tutti a “Daiquiri” di Aldo Bruno; Skipper piu’ giovane per Tutti a Giuseppe Bianco di “Selvaggia”; Skipper piu’ giovane per 2 a Gerry Siciliano di “Varig”, Skipper piu’ anziano a Gioacchino Sferra di “Re Sole”; il Trofeo Lui e Lei e’ andato a Massimo Rufini e Alessandra Dani di “Hasta Siempre”, mentre il premio Gentiluomo del mare e’ andato a Giovanni Angeloni di “Damar” e ad Alessandro Diligenti ed Angelo Ruocco di “Ombra”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>