2010

Poker per “Vento di Sardegna” di Andrea Mura e Guido Maisto

Partita domenica da Riva di Traiano, la flotta ha incontrato condizioni di mare e di vento abbastanza impegnative soprattutto nella rotta verso sud dove, superato Ventotene, le raffiche di vento sono arrivate fino a 25 nodi e mare molto mosso.
Alcune imbarcazioni sono state costrette a ritirarsi o per avarie a bordo o per problemi all’equipaggio che non sopportava il mal di mare.
Nella Roma per 2 vittoria assoluta per il Felci 50′ “Vento di Sardegna”, timonato da Andrea Mura e Guido Maisto (per loro è la quarta vittoria nella storia della regata).
Per Andrea Mura un allenamento in vista della Route du Rhum, regata in solitario che partirà da Saint Malo il 31 ottobre. Posto d’onore per i francesi Thierry Bouchard (rappresentante della classe 40′) e Oliver Krauss su “Mistral-Loisirs” che si sono piazzati secondi. Terzo posto assoluto per “Calaluna”, il nuovo classe 40′ di Mario Amati; a bordo con l’armatore c’era anche Sam Manuard il suo progettista. “Vento di Sardegna” vince anche nel II raggruppamento; secondo “Al Caso Mio”, Mylius di Luigi Gazzotti. La classifica del IV raggruppamento vede la vittoria di “Mistral-Loisirs”, seguito da “Calaluna” e da “Adriatech”, classe 40′ portato dal navigatore oceanico Davide Consorte e da Marco Spertini. Nel V raggruppamento, quello dei più piccoli, grande vittoria di “Whisky Echo”, Este 35 timonato da Valerio Brinati (veterano della regata, avendo partecipato a tutte le 17 edizioni tranne una) e Paolo Brinati. Secondo “Cure2children”, Ostar 35 portato da Luca Zoccoli e Giovanni Sanfelice. Terzo “Cymba” della coppia Isidoro Santececca e Francesco Piva. Classifica Class40, riservata ai soli stazzati della classe: primo posto per “Mistral-Loisirs”, secondi “Adriatech”, terzo “Zed4″ portato da Girald Bibot e Yvon Berrehar. La classifica IRC della Roma per 2 vede al primo posto il veterano della regata “Whisky Echo”, seguito da “Cymba” e da “Jolly Roger”, Sun Fast 3200 di Sylvain Perrel.

pix/storia/2010-2.jpg Bis per “Sciara” di Filippo Massimo Lancillotti
Nella Roma per Tutti vittoria di “Sciara”, First 44.7 di Filippo Massimo Lancillotti che bissa la vittoria dello scorso anno.
Secondo è “Dream Away”, il First 36.7 di Sergio Poli (l’armatore vinse la Roma per Tutti nel 2000 con un X-362) e terzo “Chestress” J109 di Giorgio Anserini.
Per il secondo anno consecutivo, Filippo Massimo Lancillotti ha così conquistato il Trofeo challenge Coppa Don Carlo, in ricordo di Carlo di Mottola, che fu l’ideatore della Roma per Tutti e presente alla partenza della prima edizione della regata con il suo “Chica Tica III”.
Nel primo raggruppamento della Roma per Tutti vittoria di “Ars Una”, FY49 di Vittorio Biscarini, seguito da “Hagar II”, Felci 61′ di Gregor Stimpfl e Alberto Taddei (primi in tempo reale) e terzo “Ikarus”, lo Starkel 60′ timonato da Massimo D’Alema e il suo equipaggio, ex aequo con l’equipaggio di “Libera”, Comet 51S di Lorenzo Zichichi. Nel 2° raggruppamento primo posto per “Sciara” di Filippo Massimo Lancillotti, secondo “Tany e Tasky” di Giancarlo De Leuse e terzo “Zig Zag” di Andrea Salvioni. La classifica ORC, valida ai fini del 1° Campionato Italiano Offshore assoluto, promosso dalla Federazione Italiana Vela, vede la vittoria di “Ars Una” di Vittorio Biscarini, secondo “Tany & Tasky” di Giancarlo De Leuse e terzo “Dream Away”, First 36.7 di Sergio Poli. Nelle 2 regate su percorso più breve, 220 miglia fino a Ventotene e ritorno a Riva di Traiano: la Riva per 2 vittoria al femminile per la coppia Lucia Pozzo e Clelia Sanna su “Fieramosca”, NSX 42. Vincitore assoluto in classifica IRC della Riva per Tutti è “Albarossa”, Dufour 34 della scuola di vela Granlasco, comandata da Fabrizio Parodi, con grande soddisfazione di Franco Guerrieri, da anni a capo della scuola. Secondo posto per “Saudade”, Hanse 370 di Alessandro Fiordiponti e terzo “Andromeda”, Comet 51 Sport dell’Associazione Trainingship, comandata da Alessandro Bertoldi e timonato da Michele Vaccari.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>