2011

Anche questa 18esima edizione si è rivelata una regata molto impegnativa. I regatanti hanno dovuto affrontare diverse condizioni meteo: sono partiti con condizioni di vento leggero che li ha accompagnati fino a Lipari e hanno quindi faticato molto alla ricerca delle brezze e delle termiche.

Poi, però, passata Lipari, sulla rotta del ritorno verso Ventotene, si è alzato un vento forte da libeccio che ha girato a nord con raffiche fino a 35 nodi che hanno messo a dura prova sia le imbarcazioni che gli equipaggi, costretti sovente all’andatura di bolina. Vittoria di Thierry Bouchard e Oliver Krauss, la coppia di francesi al timone del class 40 Comiris, che hanno conquistato la Coppa dell’ammiraglio, in memoria dell’Ammiraglio Mario Di Giovanni. Thierry Bouchard è un noto velista francese, vicepresidente della class 40, con un curriculum velico di tutto rispetto, che vanta varie partecipazioni a transatlantiche in solitario come la Route du Rhum. Nella Roma per 2 uno splendido e meritato secondo posto per Almabrada, Felci 61 portato da Alessandro Pacchiani e Martino Montanarini, terzo l’altro class 40 Hip Eco Blue, Akilaria 40 degli skipper Andrea Fantini e Salvatore Merolla. La classifica IRC della Roma per 2 ha visto l’eccezionale vittoria del piccolo Este 35 del 1992, portato da Valerio Brinati e Pedro (Roberto Golabek), che vantano la partecipazione a tutte le edizioni della Roma per 2, oltre che numerose vittorie nella loro classe. Già vincitori della Lombardini Cup 2010, Brinati e Pedro hanno condotto una regata esemplare. Secondo nella classifica IRC Roma per 2 Blucolombre, First 40.7 portato da Massimo Juris e Gianpaolo Rinaldo e terzo Jolly Roger, il piccolo Sunfast 3200 con a bordo Sylvain Perrel e Enzo Cittadini.

pix/storia/2011-2.jpg Roma per Tutti
Nella Roma per Tutti, a tagliare per primo il traguardo è stato Ronin, l’Andersen 50 di Giulio Guazzini con Mauro Pelaschier. Ma la vittoria in tempo compensato e il prestigioso Trofeo Don Carlo sono andati all’X-41 dei fratelli Pavesi, Le Coq Hardi, con un equipaggio molto affiatato, che contava anche Stefano Mango, già vincitore della Roma per 2 con il suo “Alisea”. Secondo posto per “Libertine”, skipper Marzio Dotti e tattico Andrea Fornaro, (anche qui equipaggio affiatato già vincitore dell’invernale di Riva di Traiano). Libertine, Comet 45, ha quindi prevalso sull’altro Comet 45 “Farewell3″, l’imbarcazione dell’Aeronautica Militare, skipper Giancarlo Simeoli, che si è piazzato terzo. La classifica ORC Roma per Tutti vede invece la vittoria di Libertine, secondo Le Coq Hardi e terzo Farewell3. Questa classifica della Roma per Tutti è valida per assegnare il titolo del Grand Prix Riva di Traiano ed per l’assegnazione del Campionato Italiano Offshore. Nella Riva per Tutti, la versione “corta” (220 miglia fino a Ventotene e ritorno) che ha avuto grande successo, meritata vittoria di Bada, il piccolo Elan 310 di Agostino Scornajenchi, secondo Albarossa, Dufour 34 della scuola Granlasco di Franco Guerrieri, comandata da Nicola Furlani, che continua ad accumulare risultati di rilievo; terzo Bonheur, First 36.7 comandato da Flavio Trezzi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>